Cum te cheama pui de Dac? Una barzelletta o una storia vera?

Cum te cheama pui de Dac? Una barzelletta o una storia vera?

Messaggioda Alfredo Ferrari » 30 ottobre 2013, 18:23

Negli anni '70, all'epoca della Moldova Sovietica, i rapporti tra la Romania comunista di Nicolae Ceausescu e l'Unione Sovietica erano tutt'altro che buoni nonostante il loro comune ideale politico marxista.
L'URSS di Breznev ed il KGB particolarmente, diffidavano molto di Ceasescu sopratutto dopo che nel 1968 si era permesso di "voltare le spalle" alle truppe del Patto di Varsavia che invadevano Praga per riportare in Cecoslovacchia il cosiddetto "ordine socialista"; lui stesso si permise di proclamare dal balcone della sede del Comitato Centrale del PCR (Partito Comunista Rumeno) il suo miglior discorso di sempre nel quale condannava con le parole di "gravissimo errore e minaccia per la pace in Europa" (o mare greşeală şi o ameninţare pentru pacea în Europa) l'intervento delle truppe sovietiche e degli altri paesi del blocco comunista.
Ma se vogliamo aggiungere ancora un altro motivo in piu' di diffidenza da parte della leadership sovietica, allora dovremmo citare il principale motivo per cui l'Unione Sovietica diffidava quasi totalmente di Ceausescu: il suo esasperato nazionalismo e populismo!
Ebbene si, Ceausescu non aveva mai dimenticato che nel 1940 con lo scellerato Patto Molotov-Ribbentrop (tra la Germania nazista e l'Unione Sovietica di Stalin) la Bessarabia (attuale Repubblica Moldova) fu separata dalla Romania ed aggiunta all'URSS in qualita' di quindicesima repubblica dell'Unione...
In Bassarabia negli anni 60 e 70 in modo particolare, la stampa rumena ed i voluminosi testi politici scritti da Ceausescu erano proibiti dalla censura sovietica col timore che potessero far sorgere sentimenti e spinte nazionaliste di ricongiungimento alla madre patria rumena.
Allo stesso Ceausescu fu permesso solamente una volta visitare la Moldova Sovietica durante le sue frequenti visite ufficiali in URSS, tutto cio' molto probabilmente per le stesse motivazioni che ho appena scritto.
Chi ancora oggi ricorda quell'avvenimento narra di una veloce visita di Nicolae Ceausescu "guidata" (dal KGB...) a Chisinau con limitatissimi contatti con la popolazione di etnia moldo/rumena...
Un aneddoto che puo' essere senz'altro valutato tra realta' o barzelletta fu l'incontro con i Pionieri, i bambini delle scuole elementari con il foularino rosso al collo che rappresentavano all'epoca il primo livello nella scala sociale comunista dell'URSS...
Ebbene, il KGB riusci' a fregarlo schierando una serie di bambini di diverse etnie tranne quella moldo/rumena!
Ceausescu, con la traduttrice al suo fianco, salutando i bambini domando' ad ognuno di loro: "Cum te cheama pui de Dac?", che tradotto in italiano e' "Come ti chiami piccolo Daco?" (Daco, abitante dell'antica Dacia, odierna Romania...)...il primo rispose Abram (un ebreo...), il secondo rispose Igor (un russo...), il terzo rispose Andriy (un ucraino...)
:D :D :D

La cosa fa sorridere ma questa era purtroppo l'Unione Sovietica, un impero che non rispettava le varie etnie e l'autodeterminazione dei popoli...
Agenzia Viaggi "Go East - Go West" tour operator
Agenzia di consulenza "Est Invest" srl
Chisinau, Strada Mihai Eminescu 50, terzo piano, uff. nr. 314
Cellulare 00373/79679434 Tel./fax 00373/22/226962
https://www.chisinau-kishinev.com
https://www.estinvestsrl.com/
skype: alfredito1969

Immagine
Avatar utente
Alfredo Ferrari
Site Admin
 
Messaggi: 779
Iscritto il: 2 febbraio 2013, 1:50
Località: Chisinau, Repubblica Moldova

Torna a Storia, arte, artigianato & società












 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Zenisator
cron