...Vedo levarsi un fil di fumo...

Moderatore: Nikita

...Vedo levarsi un fil di fumo...

Messaggioda nikita » 15 settembre 2014, 14:48

Stamane non mi sono svegliato con la voglia di cantare la famosa melodia “…Un bel di vedremo levarsi un fil di fumo…” dalla “Madama Butterfly” di Puccini. Anche se la Moldova è la terra natia di una delle più famose Ciociosan dell’opera lirica, Maria Biesu, è una voglia momentanea che mi è subito passata, ahimè, sono stonato come un rutto, mi riferisco nel titolo al fumo che si vede levar non dalla nave di Pinkerton ma a quello che si sprigiona dai barbecue all’aperto dei moldavi.
Nei giorni festivi è d’uso qui in Moldova organizzare grigliate all’aria aperta con amici o parenti per trascorrere una giornata immersi nella natura e gustare la carne cotta sulla brace. E’ la versione locale del barbecue occidentale. La protagonista gastronomica di queste gite fuori porta è sempre la carne cotta alla brace: sono i famosi “frigarui” o “shashlik”, pezzi di carne di maiale marinati e infilati in uno spiedo metallico, gli “shampur”.
Ieri, domenica, approfittando della bella giornata estiva, sono andato verso Leuseni con amici, i laghi e i boschi che circondano Chisinau erano pieni di comitive e famiglie che… lanciavano segnali di fumo. Qua e là, in mezzo al verde, si vedevano levarsi verso il cielo colonne di fumo non per segnalare la loro presenza come usavano fare gli indiani americani ma erano dei barbecue che cuocevano la carne. Si sentiva nell’aria un gradevole profumo della carne che sfrigolava sulla brace che si mescolava con gli effluvi resinosi degli alberi.
I boschi che costeggiano la strada verso Leuseni erano pieni di gitanti desiderosi di rilassarsi e trascorrere una giornata respirando aria pulita. E’ il picnic in versione moldava, la gita fuori porta dei romani, il weekend degli occidentali, la scampagnata italiana di una volta.
I moldavi hanno una speciale predilezione per i frigarui cotti sulla brace, è la specialità culinaria della festa, della vacanza, evoca giornate spensierate a contatto con la natura. Frigarui, insalata di pomodori, cetrioli e cipolla, un buon bicchiere di vino o birra e la compagnia di amici o parenti. Cosa vuoi di più?
Sul calar della sera, sbaraccano il loro accampamento provvisorio, si rimettono in macchina e rientrano in città. L’indomani si ricomincia con il lavoro e le tribolazioni.
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Torna a Il Diario di Nikita












Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 24 ospiti


Zenisator
cron