Un muro da abbattere

Moderatore: Nikita

Un muro da abbattere

Messaggioda nikita » 2 ottobre 2016, 5:43

Per chi ha deciso di trasfrirsi in Moldova per viverci stabilmente i problemi da risolvere non sono pochi. Troppo diversi sono i stili di vita e la cultura fra italiani e moldavi. I muri da abbattere sono tanti, vedi ad esempio l'incomprensione, la differenza di mentalità e quello non meno importante dello stile di vita. Ma sono muri astratti, culturali, immaginari. Ma ci sono altri “muri” da abbattere, reali questa volta. Come se non bastassero quelli culturali, a complicare ulteriormente le cose, c'è un muro fatto di mattoni che turba le notti dei pochi coraggiosi concittadini che hanno scelto la Moldova come “buen retiro”: è quello che si trova negli appartamenti che divide il water dal resto dei sanitari. Alcuni tipi di appartamenti concepiti in epoca sovietica, ma anche più recenti, il bagno è diviso in due locali: due stanzette distinte e separate dove i sanitari sono divisi con una logica che è difficile comprendere per chi proviene da latitudini europee.
I progettisti moldavi, in preda a delirio creativo, propongono appartamenti in vendita con toilette così concepiti: in un piccolo bugigattolo, dove non riesci nemmeno a calarti le braghe, c'è un piccolo water dove fare i propri bisogni, in un altro sgabuzzino separato, quasta volta leggermente più grande, c'è il lavandino e la vasca-doccia. Due minuscoli locali di pochi metri quadri, più che metri direi centimetri quadri, con entrate separate. Fortunatamente non tutti gli appartamenti in vendita hanno questa caratteristiche, nelle costruzioni più moderne il bagno è un unico locale dove ci sono tutti i sanitari.
Anch'io, appena arrivato a Chisinau, mi sono trovato a dover fare i conti, oltre ai muri culturali, con quel benedetto muro nel bagno! Abbaterlo è stata una delle prime cose che ho fatto! In fondo è stato facile, è bastato chiamare un muratore. Gli altri “muri”, quelli culturali, sono ancora lì intonsi, ma spero in qualche decennio di abbattere anche quelli.
Prima di abbattere il muro nel bagno anch'io al mattino sono stato costretto a strani spostamenti con le braghe in mano! Mi ricordo che chiesi alla mia amata consorte come fare per usare la vasca da bagno al posto del bidet. La dimostrazione pratica di lei inplicava delle doti da contorsonista che non avevo vista la mia considerevole mole.
Per non parlare poi se in casa avevi degli ospiti per la notte, il “traffico” fuori dai due locali diventava frenetico. Se volevi fare la pipì e trovavi il bugigattolo del water occupato, ti lavavi prima le mani visto che quel locale era libero. Tanto per non perdere tempo!
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Torna a Il Diario di Nikita












 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 29 ospiti


Zenisator
cron