Un grido di dolore

Moderatore: Nikita

Un grido di dolore

Messaggioda nikita » 16 gennaio 2014, 9:08

I villaggi moldavi sono ormai sulla soglia del disastro demografico. Centinaia di villaggi sono di fatto abitati da pochi vecchi che non aspettano altro di morire. Non hanno assistenza medica, non hanno denari per le medicine, non hanno l'acqua corrente in casa e si riscaldano con le sobe. I figli e nipoti sono tutti emigrati in cerca di lavoro. Vivono soli e abbandonati, molti sopravvivono grazie all'opera caritatevole di ONG straniere.
Questi vecchi non hanno la possibilità di accedere ai social network, io sento il dovere di denunciare con forza questo dramma. Ho un dovere morale nei confronti di Boris, Tatiana, Aliona, Ion. Chi sono costoro? Miei amici, gente brava e fiera, uomini e donne che hanno sempre lavorato duramente per crescere i propri figli e che oggi sono dimenticati da tutti.
Mia suocera mi raccontava che a una donna anziana che vive da sola i ladri sono entrati in casa e le hanno rubato i vestiti che aveva messo da parte per indossarli nella bara funebre. Ebbene sì, accade anche questo, solo a pochi chilometri dallle luci sfavillanti di Chisinaustan!
Moldova - Moldavia
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Torna a Il Diario di Nikita












Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 22 ospiti


Zenisator
cron