Stelle cadenti

Moderatore: Nikita

Stelle cadenti

Messaggioda nikita » 20 settembre 2014, 6:24

Il 15 Ottobre Toto Cutugno terrà un concerto al Palatul National di Chisinau. Migliaia di fan moldavi finalmente potranno riascoltare Toto per la ventesima volta, se non proprio la ventesima…sarà la quindicesima.
Ha avuto molto successo in Moldova il nostro Toto con “Un italiano vero”, trent’anni fa da queste parti tutti cantavano il famoso ritornello, pochissimi moldavi erano stati in Italia e la canzone contribuì non poco ad accreditare l’idea romantica dell’italiano simpatico mascalzone, suonatore di chitarra e mangiatore di spaghetti. Idea che ha subito un certo ridimensionamento con il passare del tempo quando i moldavi hanno conosciuto “face to face” gli italiani, quelli veri, non quelli della canzonetta di Toto.
Qualche decennio fa mietevano successi da queste parti anche Celentano, la ditta Albano e Romina e i Ricchi e Poveri, successo peraltro meritato, visto il loro spessore artistico non comune. Sfruttando la scia degli artisti sopra citati hanno avuto un certo seguito di fan anche cantanti di seconda linea come Pupo e Riccardo Fogli, in piena era sovietica bastava poco ai moldavi per farli sognare, era sufficiente avere il passaporto italiano e quell’aria da simpatica canaglia.
Toto Cutugno, l’italiano vero per antonomasia, oggi è un anziano signore di 71 anni con qualche acciaccototocutugno che cerca di racimolare qualche soldino nei paesi poco battuti da cantanti dai compensi esorbitanti come la Moldova, il kazakistan o l’Uzbekistandai. Nei teatri di questi paesi fa ancora presa la canzonetta melodica cosiddetta “all’italiana”, è ancora in auge l’idea vintage dell’italiano…”dei spaghetti al dente, la chitarra in mano e il canarino alla finestra”; ci sono nostalgici disposti a pagare il biglietto per ascoltare ex cantanti come Pupo e Riccardo Fogli scomparsi dalle scene italiche ormai da alcuni decenni. Sono stelle cadenti che non brillano più nel firmamento dello spettacolo italiano da tempo immemorabile.
Oggi Pupo fa di mestiere il presentatore e ha messo su una fabbrica di gelati al cioccolato mentre Fogli canta qualche ritornello sotto la doccia. Però, di tanto in tanto, i due organizzano concerti, insomma, concerti, si fa per dire, in città fuori mano come Chisinau, Astana o Vladivostok, fanno affidamento più sul ricordo dei spettatori che sulle loro attuali doti canore.
Cutugno è ormai un anziano signore con la voce che se n’è andata da un pezzo, canta con un filo di voce, anche se, a dire il vero, anche da giovane, non ha mai avuto una ugola d’oro. Il 15 Ottobre non so quanti moldavi assisteranno al concerto, i prezzi sono salati, comunque è sempre uno spettacolo di prim’ordine, se non altro “l’italiano con la chitarra in mano” è ancora in grado di far sognare migliaia di spettatori.
Il Toto nazionale sarà pure una stella cadente ma in passato, per molti anni, ha illuminato con successo le notti buie di Chisinau.
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Torna a Il Diario di Nikita












Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 17 ospiti


Zenisator
cron