Quello strano senso della sopportazione

Moderatore: Nikita

Quello strano senso della sopportazione

Messaggioda nikita » 8 luglio 2014, 4:56

Nel mio condominio non funziona l'ascensore da sei giorni. Sei giorni accidenti! Io sono un privilegiato, abito al quinto piano, ma ci sono famiglie che abitano all'ottavo, nono, decimo piano. Alcuni condomini sono molto anziani, qualcuno con difficoltà motorie, altri hanno bambini molto piccoli trasportabili in carrozzina. Cosa fanno costoro? Chiusi, reclusi, isolati, murati in casa da sei giorni! Amici e parenti di buona volontà provvedono a rifornire i suddetti “segregati in casa”” con viveri e altri beni di conforto.
Come si fa a bloccare un ascensore per ben sei giorni in un condominio di dieci piani? In Moldova è possibile.
Ci sono state vibranti proteste? Qualcuno ha minacciato di buttarsi dalla finestra? Gruppi di condomini hanno assaltato l'appartamento dell'amministratore con le molotov? Niente di tutto questo. Tutto tace. I giorni trascorrono placidi e sereni nell'indifferenza generale. Come se nulla fosse.
Mia moglie ha telefonata alla ditta preposta alla manutenzione cinque-sei volte, dall'altra parte risponde una signora che con aria serafica, imperturbabile: “C'è dell'acqua nel vano dell'ascensore, bisogna aspettare che si asciughi”.
Ci vorranno giorni, settimane, mesi? Boh!... nessuno lo sa, neanche la serafica signora della ditta!
E' stupefacente lo spirito di sopportazione dei moldavi, accettano come eventi inevitabili le più terribili sciagure, tollerano supinamente ogni tipo di avversità con ammirevole noncuranza e fatalismo, hanno un senso del sacrificio che sfiora il martirio. I moldavi non sono abituati a far valere i propri diritti, da secoli sono avvezzi alla sopportazione, all'autoflagellazione, ad infliggersi punizioni corporali, al ridurre il tutto ad una sorta di fatalismo slavo: “Ce se face! Asa e viata!”.
In Italia per molto meno i condomini avrebbero abbattuto la porta dell'amministratore a picconate e trascinato quest'ultimo in catene nel giardino sotto casa per torturarlo a sangue. In Moldova gli pagano da bere!
Da sei giorni faccio su e giù per le scale. Per il mio cuore è un toccasana. Il mio cardiologo, a suo tempo, mi consigliò di fare le scale a piedi e lasciar perdere l'ascensore.
Forse domani pago da bere all'amministratore.
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Re: Quello strano senso della sopportazione

Messaggioda Rima » 8 luglio 2014, 21:05

Così prima di uscire di casa ci pensi :D
Avatar utente
Rima
 
Messaggi: 390
Iscritto il: 12 marzo 2013, 3:14

Re: Quello strano senso della sopportazione

Messaggioda nikita » 9 luglio 2014, 14:19

Rima ha scritto:Così prima di uscire di casa ci pensi :D

Io non ho nessun senso della sopportazione. Oggi, dopo aver tormentato l'amministratore per giorni, l'ascensore funziona. Merito di mia moglie. Gli altri condomini ringraziano. :lol:
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Re: Quello strano senso della sopportazione

Messaggioda Rima » 12 luglio 2014, 15:38

Son contento per te, così riparmi un pò di scale :D
Avatar utente
Rima
 
Messaggi: 390
Iscritto il: 12 marzo 2013, 3:14


Torna a Il Diario di Nikita












 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti


Zenisator
cron