Non è vero

Moderatore: Nikita

Non è vero

Messaggioda nikita » 26 maggio 2013, 7:52

Non è vero che Chisinau è fra le sei città più brutte al mondo. Secondo il solito sito specializzato in stramberie, Ucityguides.com, Chisinau, per i suoi palazzoni ex sovietici, è da considerarsi un'obbrobrio architettonico.
Il sito in questione dovrebbe sapere che c'è un prima e un dopo. Cos'era Chisinau nei primi anni del '900? Una piccola città popolata da pochi commercianti ebrei con le loro abitazioni dignitose e un gran numero di povera gente che viveva in case poverissime tirate su utilizzando il “lut”. Tutte le case in Moldova, sia nelle città che nei villaggi, venivano costruite con il lut.
Il lut era una malta che si otteneva mescolando la terra con la paglia: si riempivano delle forme di legno che si facevano seccare al sole. Con questi “mattoni” si costruivano le case. In pochi avevano i denari per costruire la casa con mattoni veri.
Con l'avvento dei sovietici, con l'industrializzazione del paese, fu necessario dare una casa a tutte quelle famiglie che si erano trasferite in città per lavorare nelle fabbriche. Così vennero eretti quei tetri palazzoni, saranno anche brutti a vedersi, da far storcere il naso agli urbanisti più raffinati, ma 50-60 anni fa diedero un ricovero a milioni di moldavi provenienti da case costruite con la paglia. I sovietici costruivano le case in economia, senza tanto badare all'aspetto estetico, l'estetica era un lusso che non si potevano permettere.
Quei appartamenti si chiamavano “krushovke”, “stalinka”, per celebrare il nome del segretario PCUS allora in esercizio. Ancora oggi quelle case sono occupate dalle famiglie di lavoratori, oggi ne sono proprietari, hanno riscattato con pochi lei quelle case.
Hanno una casa, brutta che sia, ma una casa.
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Re: Non è vero

Messaggioda Rima » 26 maggio 2013, 20:05

Si sa quante sono queste "stalinka" a Kishinev?
Avatar utente
Rima
 
Messaggi: 390
Iscritto il: 12 marzo 2013, 3:14

Re: Non è vero

Messaggioda nikita » 27 maggio 2013, 0:58

Rima ha scritto:Si sa quante sono queste "stalinka" a Kishinev?

Molte. E' difficile fare una stima esatta.
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Re: Non è vero

Messaggioda Alfredo Ferrari » 27 maggio 2013, 8:02

Gli edifici di tipologia "Stalinka" a Chisinau sono situati nella parte più centrale della città, ossia sul Bulevard Stefan cel Mare, Strada Pushkin e l'odierno Bulevard Grigore Vieru (ex Bulevard Renasterii ed ex ex Prospekt Malodiosdy). In epoca sovietica erano considerati gli edifici più prestigiosi e solitamente lo stato assegnava questi alloggi principalmente a notabili di partito, alti militari e funzionari di punta del KGB nonchè a scienziati che lavoravano per l'industria bellica made in CCCP...
Agenzia Viaggi "Go East - Go West" tour operator
Agenzia di consulenza "Est Invest" srl
Chisinau, Strada Mihai Eminescu 50, terzo piano, uff. nr. 314
Cellulare 00373/79679434 Tel./fax 00373/22/226962
https://www.chisinau-kishinev.com
https://www.estinvestsrl.com/
skype: alfredito1969

Immagine
Avatar utente
Alfredo Ferrari
Site Admin
 
Messaggi: 779
Iscritto il: 2 febbraio 2013, 1:50
Località: Chisinau, Repubblica Moldova

Re: Non è vero

Messaggioda Rima » 27 maggio 2013, 15:29

nikita ha scritto:Così vennero eretti quei tetri palazzoni, saranno anche brutti a vedersi, da far storcere il naso agli urbanisti più raffinati, ma 50-60 anni fa diedero un ricovero a milioni di moldavi provenienti da case costruite con la paglia. I sovietici costruivano le case in economia, senza tanto badare all'aspetto estetico, l'estetica era un lusso che non si potevano permettere.
Quei appartamenti si chiamavano “krushovke”, “stalinka”, per celebrare il nome del segretario PCUS allora in esercizio. Ancora oggi quelle case sono occupate dalle famiglie di lavoratori, oggi ne sono proprietari, hanno riscattato con pochi lei quelle case.
Hanno una casa, brutta che sia, ma una casa.



Alfredo Ferrari ha scritto:Gli edifici di tipologia "Stalinka" a Chisinau sono situati nella parte più centrale della città, ossia sul Bulevard Stefan cel Mare, Strada Pushkin e l'odierno Bulevard Grigore Vieru (ex Bulevard Renasterii ed ex ex Prospekt Malodiosdy). In epoca sovietica erano considerati gli edifici più prestigiosi e solitamente lo stato assegnava questi alloggi principalmente a notabili di partito, alti militari e funzionari di punta del KGB nonchè a scienziati che lavoravano per l'industria bellica made in CCCP...


Forse mi sfugge qualcosa, ma ho l'impressione che stiate parlando di due cose diverse.
Mi pare che Nikita stia parlando di quei "baracconi" presenti nei quartieri periferici, Mentre Alfredo parli di costruzioni presenti nelle vie centrali di Kishinev.
Avatar utente
Rima
 
Messaggi: 390
Iscritto il: 12 marzo 2013, 3:14

Re: Non è vero

Messaggioda nikita » 27 maggio 2013, 15:47

Rima ha scritto:
nikita ha scritto:Così vennero eretti quei tetri palazzoni, saranno anche brutti a vedersi, da far storcere il naso agli urbanisti più raffinati, ma 50-60 anni fa diedero un ricovero a milioni di moldavi provenienti da case costruite con la paglia. I sovietici costruivano le case in economia, senza tanto badare all'aspetto estetico, l'estetica era un lusso che non si potevano permettere.
Quei appartamenti si chiamavano “krushovke”, “stalinka”, per celebrare il nome del segretario PCUS allora in esercizio. Ancora oggi quelle case sono occupate dalle famiglie di lavoratori, oggi ne sono proprietari, hanno riscattato con pochi lei quelle case.
Hanno una casa, brutta che sia, ma una casa.



Alfredo Ferrari ha scritto:Gli edifici di tipologia "Stalinka" a Chisinau sono situati nella parte più centrale della città, ossia sul Bulevard Stefan cel Mare, Strada Pushkin e l'odierno Bulevard Grigore Vieru (ex Bulevard Renasterii ed ex ex Prospekt Malodiosdy). In epoca sovietica erano considerati gli edifici più prestigiosi e solitamente lo stato assegnava questi alloggi principalmente a notabili di partito, alti militari e funzionari di punta del KGB nonchè a scienziati che lavoravano per l'industria bellica made in CCCP...


Forse mi sfugge qualcosa, ma ho l'impressione che stiate parlando di due cose diverse.
Mi pare che Nikita stia parlando di quei "baracconi" presenti nei quartieri periferici, Mentre Alfredo parli di costruzioni presenti nelle vie centrali di Kishinev.


Krushovke, stalinka, ceska, Moldavska seria(MS), sono tante le tipologie di appartamenti costruiti in epoca sovietica. Tutte erano in funzione di dare una casa ai tanti lavoratori che si trasferivano in città dalla campagna.
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Re: Non è vero

Messaggioda Rima » 27 maggio 2013, 18:33

nikita ha scritto:Krushovke, stalinka, ceska, Moldavska seria(MS)


Qual è il nome dei "baracconi" dei quartieri periferici?
Avatar utente
Rima
 
Messaggi: 390
Iscritto il: 12 marzo 2013, 3:14


Torna a Il Diario di Nikita












 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
  • Non è vero
    da nikita » 20 novembre 2014, 5:08
    0 Risposte
    425 Visite
    Ultimo messaggio da nikita Vedi ultimo messaggio
    20 novembre 2014, 5:08

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti


Zenisator
cron