Monumenti e polpette

Moderatore: Nikita

Monumenti e polpette

Messaggioda nikita » 17 marzo 2014, 7:13

La prestigiosa Accademia delle Scienza della Moldova ha bandito un concorso per erigere un monumento alla lingua romena. Due scultori romeni, e chi sennò, hanno vinto la gara e presto inizieranno i lavori per la messa in opera. I finanziamenti non saranno un problema, i denari per queste opere si trovano sempre. Quindi la Moldova sarà l'unico paese al mondo che avrà un monumento alla lingua. E' inutile lavorare di immaginazione, il monumento non sarà una grande lingua stilizzata, no, troppo banale, sarà una serie di fogli con su scritto pagine di letteratura romena. Il monumento, a detta dei suoi ideatori, sarà un omaggio alla lotta per l'affermazione in Moldova della lingua romena. Gli ideatori dell'opera spinti da uno strano patriottismo che alberga in alcuni moldavi che si considerano romeni, sanno molto bene che, a distanza di ventidue anni dall'indipendenza dall'URSS, 70/80% della popolazione moldava preferisce esprimersi in russo nei rapporti interpersonali. Tant'è che chi come il sottoscritto conosce solo la lingua romena e si rifiuta pervicacemente di imparare il russo è costretto a avvalersi di un interprete. La moglie nella fattispecie. Basterà il monumento a convincere i moldavi che la lingua da usare è il romeno e non il russo?
A Chisinau si è scatenata una sorta di frenesia, è una corsa sfrenata ad erigere monumenti di ogni genere, pare che anche l'Accademia dei Cuochi della Moldova stia per bandire un concorso per erigere un monumento alla sarmà, la tipica polpetta che imperversa nelle tavole di quasi tutti i popoli slavi. I cuochi moldavi di etnia romena amanti delle “ciorbe e sarmale”, costretti sotto coercizione fisica a preparare “borsh” e “pelmeni” per decenni, in un impeto di sano patriottismo e spinti da rivalsa culturale, vogliono erigere un monumento al tipico fagottino ripieno. Pare che secondo notizie non controllate il monumento sarà una sarmà lunga cinque metri del peso di svariati quintali. Anche in questo caso i finanziamenti non saranno un problema. E' stata aperta una campagna popolare di raccolta fondi, Chi non donerà dieci lei per erigere un monumento alla polpetta?
Già vedo centinaia, che dico, migliaia di moldavi che si genuflettono con il petto rigonfio di sano patriottismo davanti alla monumento al fagottino ripieno.
Io credo che di questo passo, presto a qualcuno verrà l'idea di erigere un monumento al ridicolo. Anche in questo caso i finanziamenti non saranno un problema. Chi non donerà dieci lei per quest'opera così necessaria in Moldova?
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Torna a Il Diario di Nikita












Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti


Zenisator
cron