Moldova: il paese dei veri uomini

Moderatore: Nikita

Moldova: il paese dei veri uomini

Messaggioda nikita » 23 giugno 2014, 5:33

E' in atto in Moldova da anni una campagna capillare contro l'adesione all'UE da parte del clero ortodosso e da alcuni politici di spicco. Il motivo è sempre lo stesso, pur con qualche differenziazione: i paesi dell'UE descritti come un luogo di perdizione, un lupanare dove la prostituzione e l'omosessualità imperversano. Stendiamo un velo pietoso sul problema della prostituzione, un vecchio mestiere noto e praticato in tutto il mondo, compreso nel paese delle dolci colline. L'incubo che rovina le notti dei “barbanera” ortodossi e ad alcuni politici retrò è la rinuncia ad alcuni valori secolari che contraddistinguono la società moldava, in particolare quello della famiglia tradizionale, cioè quella nata da un uomo e una donna. Il babau che turba le notti dei preti ortodossi e alcuni politici che speculano su certe fesserie è vedere il loro paese infestato da omosessuali.
La famiglia moldava, quella cosiddetta tradizionale, gode tuttora di buona salute? Mah...non direi proprio, il 65% dei matrimoni benedetti dai pope finisce in divorzio, con il marito che abbandona la moglie e la prole al suo destino e si dilegua appena uscito dal tribunale e l'ex moglie, autentica eroina moderna, costretta a crescere i figli da sola. Un bell'esempio di famiglia tradizionale, non c'è che dire!
E gli omosessuali? Dio ce ne scampi e liberi! Depravati malati da eliminare secondo il più genuino pensiero dei vecchi bolscevichi e dei pope barbanera! Passano i decenni ma certe “convinzioni” sono dure a morire! I regimi e le ideologie crollano...ma i pregiudizi restano. Nel 1934, nella vecchia URSS, in piena epoca stalinista, l'omosessualità veniva punita con una pena detentiva di anni cinque, da scontare nei gulag. In Moldova in questi ultimi ottanta anni, per quanto riguarda questo argomento, pare non sia cambiato nulla. Da queste parti gli uomini sono veri uomini: sputano orgogliosamente per terra, si puliscono il naso con due dita e mangiano i cioccolatini Bucuria con tutta la stagnola! Secondo le regole del più genuino machismo slavo! Qualche mese fa, un sindaco macho di una cittadina aveva addirittura emanato un editto per proibire l'ingresso in città agli omosessuali.
Secondo una indagine svolta qualche anno fa, pare che gli omosessuali moldavi siano circa novantamila. Novantamila “desaparecidos”, ci sono ma nessuno li vede, nessuno ne ha mai visto uno. Come diavolo hanno fatto a contarli se nessuno ne ha mai visto uno? Boh...mistero!
In Moldova succede anche questo!
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Re: Moldova: il paese dei veri uomini

Messaggioda Rima » 23 giugno 2014, 16:45

nikita ha scritto: I regimi e le ideologie crollano...ma i pregiudizi restano.

Si chiama "cultura" di un popolo.
Alcuni la considerano fra i peggiori nemici di quella bufala chiamata "globalizzazione".

E' vero che il mestiere più vecchio del mondo è presente dappertutto, ma la moldova non si distingue solo per quello, soesso mi ispira simpatia anche per altri motivi, come questo http://www.youtube.com/watch?v=lX0f07IT_EU
Non so se sono "veri uomini" come li chiami tu, ma sono quattro gatti che, se necessario, dimostrano di avere le palle.

nikita ha scritto: Qualche mese fa, un sindaco macho di una cittadina aveva addirittura emanato un editto per proibire l'ingresso in città agli omosessuali.

Simpatico il ragazzo! :mrgreen:
Mi piacciono i sindaci che sanno manifestare apertamente il loro pensiero, senza ricerca ossessiva di compromessi/voti.
Per capirci, un sindaco italiano che mi è sempre piaciuto molto era questo http://www.youtube.com/watch?v=DO-LZcGGFx4


P.S.: se mi dici chi è il sindaco e la città, passerò a congratularmi con lui. :twisted:
Avatar utente
Rima
 
Messaggi: 390
Iscritto il: 12 marzo 2013, 3:14


Torna a Il Diario di Nikita












 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 36 ospiti


Zenisator
cron