Il piccolo mondo della str. Yurij Gagarin

Moderatore: Nikita

Il piccolo mondo della str. Yurij Gagarin

Messaggioda nikita » 22 maggio 2013, 8:09

Vado abbastanza spesso a trovare mia suocera in campagna. Dopo la morte del marito vive sola, non vuole lasciare la sua casa, dice che in città non riuscirebbe a vivere. Come darle torto, ha vissuto tutta la vita nel suo villaggio.
Ieri siamo arrivati verso le 11.00, dopo due ore di viaggio. Mia suocera era sveglia dall'alba, è sofferente, cammina con due bastoni ma non si arrende. Vive in una stradina polverosa dal nome altisonante: strada Yurij Gagarin, un strada fangosa con una decina di case tutte uguali. Gli abitanti della stradina sono tutti imparentati fra di loro, sono tutti anziani, i giovani sono andati via da un pezzo.
Nell'orto c'era Fiodor, detto Fedia, un parente che tira avanti con qualche lavoretto, aiuta mia suocera nel coltivare un piccolo orto. Fedia non vuol essere pagato, la tariffa corrente è 10 lei l'ora, ma lui preferisce esser ricompensato a...caraffe di vino.
- Fedia, oggi hai lavorato tre ore, eccoti 30 lei!
- No, grazie, non voglio denaro, preferirei una caraffa di vino.
- Vai nel bec e prenditi quello che vuoi.
Dopo mezz'ora Fedia torna con gli occhi lucidi e il passo traballante. Mia suocera dice che potrà contare sull'aiuto di Fedia fino fino a quando ci sarà vino nella botte.
All'ora di pranzo si presenta immancabilmente Igor, il vicino, vede la mia macchina parcheggiata e sa che a pranzo ci saranno i “macarone”. Arriva verso le 13.00 con una bottiglia di vino o una decina di uova.
Questa volta ho portato il “sugo alla puttanesca”, con alici, olive, tonno e olive. Il sugo preferito di mia suocera. Apparecchiamo la tavola mentre cuoce la pasta.
- Oggi mangiamo le linguine alla puttanesca! – annuncio io trionfante.
Igor mi guarda ma non capisce, parla solo russo. Lascio a mia suocera il compito della traduzione del termine “puttanesca”.
- Vkusno! Buoni questi macarone! - fa Igor.
Mia suocera dice sottovoce in russo rivolto a Igor:
- Non chiamarli macarone altrimenti Nicola si arrabbia, queste sono linguine.
- Linguine? Mah...per me sono tutti macarone – fa Igor sempre sotto voce.
Mia suocera si sbaglia, non mi arrabbio se Igor chiama tutti i tipi di pasta macarone. Come posso arrabbiarmi con Igor, vive solo, sua moglie è morta da tempo, i suoi due figli si sono trasferiti a Mosca per lavoro,
Linguine...macarone...che importanza ha?
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Torna a Il Diario di Nikita












 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 19 ospiti


Zenisator
cron