Il paese delle bisnonne

Moderatore: Nikita

Il paese delle bisnonne

Messaggioda nikita » 1 aprile 2013, 7:57

Quanti bisnonni ci sono in Italia? Pochissimi. Trisnonni? Scomparsi ormai da secoli!
Il perché è facile da spiegare: in Italia ci si sposa sempre più tardi, ormai l'età media di chi si decide al “grande passo” è di 32-33 anni, di conseguenza si decide di mettere al mondo figli a tarda età, più o meno a 34-35 anni.
Facendo qualche rapido calcolo, nel nostro paese le probabilità che si diventi bisnonni sono molto scarse. Forse solo chi ha la fortuna di campare 100 anni potrà fregiarsi di questo titolo!
In Moldova invece ci si sposa prestissimo, già a 20-22 anni, di conseguenza si diventa nonne/i a 42-43 anni e bisnonni a 62-65. Non è raro vedere in Moldova delle splendide nonne di 45 anni ancora in forma e direi ancora piacenti. Ho conosciuto delle trisnonne di 85-90 anni con qualche comprensibile acciacco ma ancora vispe e vitali.
I bambini moldavi hanno la rara fortuna di avere nonni, bisnonni e trisnonni, possono scegliere di farsi "viziare" da una di queste figure o addirittura da tutte e tre!
Queste nonne/i sopperiscono eroicamente al deficitario welfare moldavo, sono l'ancora di salvezza di tante giovani coppie che non sanno a chi affidare i bambini prima che raggiungano l'età dell’asilo d'infanzia. La mattina i giovani genitori possono tirare a sorte fra una decina fra nonni e bisnonni a chi affidare il pargolo prima di andare al lavoro.
I bambini moldavi sono quindi educati, nella maggior parte dei casi, dalle nonne o addirittura dalle bisnonne: donne vissute in epoca sovietica con un mentalità decisamente diversa dalle giovani nipoti. Le babuske(nonne)sono state educate con regole rigide, forse fin troppo, si caricano del gravoso compito di educatrici con una dedizione straordinaria, trasmettono ai nipotini quei precetti ormai desueti di un epoca ormai finita.
Molte nonne o trisnonne, oggi chiamate a ricoprire il ruolo di educatrici per necessità, spesso si sostituiscono ai genitori emigrati, ricoprono il ruolo che dovrebbe essere del papà o della mamma, rappresentano l'ultima flebile testimonianza di un nucleo familiare ormai in disfacimento.
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Torna a Il Diario di Nikita












 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 47 ospiti


Zenisator
cron