CNA

Moderatore: Nikita

CNA

Messaggioda nikita » 17 agosto 2016, 5:08

L'acronimo CNA, Centro Nazionale Anticorruzione, sta ad indicare qui in Moldova l'istituzione più importante per combattere la corruzione. La mazzetta, mita che dir si voglia, è un male endemico che penalizza la società moldava e toglie risorse importanti all'economia del paese. Il primo problema da risolvere per i moldavi, e non solo, è la lotta alla corruzione per una eventuale adesione del paese all'Unione Europea. A questo proposito è stato allestito un pool di magistrati, il CNA appunto, per risolvere il problema. Le malelingue dicono che i componenti del CNA sono tutti al libro paga dell'oligarca di turno. Desta anche qualche perplessità e imbarazzo le strategie usate da questi magistrati per scovare e punire chi arricchisce sulle spalle della povera gente, sono in molti a pensare che la prestigiosa istituzione colpisce solo i poveri cristi e i politici scomodi.
L'anno scorso di questi tempi ci fu la famosa campagna contro la corruzione pensata e organizzata dal CNA dalle caratteristiche a dir poco discutibili. In due parole funzionava così: un magistrato del Centro "travestito" da cittadino comune si presentava a un funzionario di un ufficio statale con un fascio di banconote in mano per chiedere il rituale favore. Se il povero ignaro funzionario accettava il "regalino" era arrestato e additato al pubblico ludibrio, se invece resisteva alla tentazione gli veniva eretto un busto marmoreo (scherzo!) da affiancare ad altri padri della patria sul viale degli eroi. La cosa davvero curiosa fu che da giorni si parlava di questa "trappola" sui giornali e TV con tanto di data d'inizio della campagna moralizzatrice e le modalità di esecuzione. Nell'apprendere la notizia la prima cosa che veniva da pensare era che i funzionari statali saranno stati pure corrotti ma non cretini! Infatti all'epoca tutte le ville in costruzione nella periferia della città subirono una battuta d'arresto e le auto di lusso che prima si vendevano come il pane rimanevano invendute nei saloni. Ma come diavolo si fa a lanciare una campagna moralizzatrice di tal genere annunciando ai quattro venti la data di inizio e le modalità dell'indagine! Una barzelletta da sbellicarsi dalle risate!
Pare che anche quest'anno al CNA hanno pensato, insomma, pensato, si fa per dire, di allestire l'ennesima campagna per risolvere una volta per tutte il vecchio problema somministrando a tutti i funzionari dello stato un test a risposta chiusa. Il procedimento dovrebbe essere il seguente: verrà inviata a casa di ogni funzionario di stato, dal più piccolo travet fino ai Ministri e Deputati, una lettera chiusa con un solo quesito a cui rispondere:

“Scusi, lei è corrotto?”.

L'interpellato avrà a disposizione due risposte: Sì - No. In calce nella lettera si invita a barrare la casella desiderata.
Prikka Tapiola, il Commissario UE in Moldova che da anni raccomanda al governo moldavo di risolvere con ogni mezzo il problema della corruzione, non appena ha ricevuto la notizia del test è precipitato nello sconforto più nero e pare abbia ingerito una trentina di sarmale cucinate dalla sua cuoca Tatiana. Ora è ricoverato presso la Clinica Medpark dove gli hanno praticato una lavanda gastrica.
Avatar utente
nikita
Site Admin
 
Messaggi: 441
Iscritto il: 4 febbraio 2013, 17:34

Torna a Il Diario di Nikita












Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 22 ospiti


Zenisator
cron